In evidenza
Settembre ragazzi 2015
Settembre ragazzi
Ultime news
Mostra fotografica su don Bosco
Commenti... Scarica il volantino...
14 gennaio 2011

Per solennizzare la festa di don Bosco e portarla fuori le mura e i cortili dell’istituto di viale Rimembranze,

quest’anno i salesiani del S. Domenico Savio hanno occupato il Movicentro e proporranno

dal 24 al 31 gennaio la mostra fotografica

L’educazione è cosa di cuore e le chiavi del cuore le possiede solo Dio”.


La mostra prende il titolo da una celebre frase di don Bosco, secondo il quale l’educazione è l’unica via per

rispondere alle domande di senso dei giovani e prevenire ogni rischio e pericolo della loro esistenza.

Il santo fautore del sistema preventivo, contro quello repressivo in voga nell’800, è ancora oggi molto attuale.


Nella presente società liquida, così come l’ha definita il sociologo Zigmunt Bauman, caratterizzata dallo

smantellamento delle sicurezze e da una vita 'liquida' sempre più frenetica e costretta ad adeguarsi alle attitudini

del 'gruppo', che cerca la libertà nell’annullamento dei legami affettivi e nella ricerca dell’autosufficienza,

c’è ancora spazio per proporre un modello solido e stabile nella crescita e nell’educazione dei giovani?


La mostra, allestita al Movicentro, sarà una grande occasione per rispondere a tale domanda, presentando

alla città intera l’opera educativa del santo che ha aperto la sua casa ai giovani più abbandonati, vedendo in loro

non un pericolo per la società ma la porzione più delicata dell’umanità verso la quale dedicare tutte le energie.


Qual è l’attualità del sistema educativo di don Bosco, nato nell’800 e basato sulla Ragione, la Religione e l’Amorevolezza? Così la pensa il Rettor Maggiore dei Salesiani di don Bosco: “Il Sistema Preventivo

di don Bosco ha oggi una grande attualità ed un’ampia proiezione sociale: vuole collaborare con molte altre

agenzie alla trasformazione della società, lavorando per il cambio di criteri e visioni di vita, per la promozione

della cultura dell’altro, di un atteggiamento costante di impegno per la giustizia e la dignità della persona umana”.


Appuntamento dunque al 24 gennaio, giorno di inaugurazione della mostra, che sarà aperta tutti i pomeriggi dalle 17.00 alle 19.00 e nel week end anche al mattino dalle 9.00 alle 12.00.


L’ingresso sarà libero e gratuito per tutti i visitatori, alle scolaresche sarà offerta una visita guidata

(da prenotare via mail a oratorio@ritmochesale.it o tramite sms al 320 02 72 352) nelle mattine della mostra

per avvicinare anche attraverso il gioco i più giovani alla vita di don Bosco.


L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra i Salesiani e l’Associazione GLS (giovani, legalità, sicurezza), ospiterà al suo interno una serata dedicata alle famiglie e agli adulti interessati a problematiche educative dal titolo

Educare: l’arte di generare alla vita”, relatori della conferenza saranno don Domenico Ricca, cappellano del carcere minorile “Ferrante Aporti” di Torino e la psicologa Francesca Imoda dell’Adler Institute di Torino.

 

L’appuntamento è per giovedì 27 gennaio, sempre al Movicentro, alle 21.00.

 

 

Don Davis Monetti

Commenti